Cock RingWeb HostingSpell Check

News

Programma di cura contro la tubercolosi

0
Programma di cura contro la tubercolosi

La tubercolosi (o TBC) è una malattia infettiva provocata dal bacillo chiamato Mycobacterium Tuberculosis, o BK (Bacillo di Koch), da Robert Koch che lo scoprì nel 1882. Si calcolano oltre 2 miliardi di persone con infezione tubercolare, otto milioni di nuovi casi all’anno con circa 3 milioni di morti soprattutto nei Paesi in via di sviluppo dove il problema è drammatico per l’inadeguatezza delle cure, costose per molte Nazioni, e per l’associazione di questa malattia con l’AIDS. Il bacillo tubercolare si trasmette per contagio interumano, cioé da una persona ammalata ad una sana.Vi sono condizioni predisponenti che possono aumentare il rischio di sviluppare la malattia tubercolare dopo il contatto con il bacillo: denutrizione, malattie croniche debilitanti, infezione da HIV le più importanti.

I fattori che aumentano le possibilità di contagio sono vivere in abitazioni ad elevato sovraffollamento e con scarsa igienicità (dormitori, carceri, …) e svolgere attività professionali in ambienti chiusi, sovraffollati e polverosi. La terapia antitubercolare è in grado di guarire completamente una patologia che è potenzialmente molto grave, talvolta mortale.

Oggi con i farmaci disponibili oltre il 95% dei pazienti guariscono completamente dalla malattia. Dopo almeno 2 mesi di trattamento regolare il medico potrà ridurre il numero dei farmaci, ma questa decisione va presa caso per caso. La terapia risulta efficace se assunta tutti i giorni per almeno 6 mesi, o più. È compito del medico definire dosaggi e durata di somministrazione di ogni medicinale.

A Tondo la TBC è endemica.

Da diversi anni, però, grazie all’aiuto di alcuni medici specialisti italiani, tra cui lo stesso fratello di Padre Giovanni, il dr. Giorgio Gentilin, abbiamo potuto predisporre un programma di cura contro questa malattia, sottraendo a morte certa tante piccole vite. Tanti bambini sono guariti. Alcuni di loro sono stati successivamente adottati a distanza dalle stesse persone che avevano sostenuto le loro cure, potendo finalmente accedere alla scuola.

Richiamiamo la Vostra attenzione al documento Ufficiale diffuso dai Canossiani, che spiega come viene gestita la terapia in loco. Riepilogando brevemente, i medicinali, vengono somministrati personalmente ai pazienti e ai loro famigliari, se infetti, presso la Clinica Salus. Ricordiamo a tale proposito che nelle Filippine le visite mediche, i medicinali e le
cure sono SEMPRE a pagamento e che nessuno degli abitanti di Tondo ha la possibilità di sostenere da solo le cure per sé o per i suoi famigliari. Quindi, quando si ammala, il suo destino è segnato. Ciò spiega anche perché la vita media degli abitanti di Tondo si aggira intorno ai 40 anni.

Il programma di cura contro la TBC è volto ad arginare un’emergenza che colpisce un numero sempre maggiore di bambini.

Con la cifra devoluta si dà la possibilità al bambino e ai familiari colpiti da TBC di guarire completamente. Il nostro programma di cura è di 6 mesi, il più completo.

I beneficiari, vengono seguiti anche dal punto di vista alimentare.

Costo per la cura di un bambino: 300 € UNA TANTUM.

Al benefattore verrà consegnata una scheda con la fotografia e i dati del bambino: la data di nascita, la composizione del suo nucleo familiare e la situazione sanitaria. Talvolta, le schede sono accompagnate anche dalla copia degli esami clinici. Al termine della cura, verrà poi mandata una cartolina di ringraziamento da parte della stessa Parrocchia, nella quale si certificherà il risultato della cura.

L’impegno del benefattore quindi “si limita” ad un unico versamento di 300 euro, in quanto, lo ricordiamo NON si tratta di un sostegno a lunga distanza. Tuttavia, alcuni nostri benefattori ci hanno chiesto di poter inviare qualche fotografia ai bambini e qualcuno si è proposto di proseguire il rapporto proponendosi poi proprio per un’adozione a lunga distanza. In genere, verificate le possibilità in relazione al singolo caso, abbiamo acconsentito volentieri.

Ricordiamo che, in qualunque momento, chiunque può recarsi nelle Filippine a trovare Padre Giovanni e i bambini che sostiene. Facciamo presente a tutti coloro che desiderano avviare il sostegno per questo tipo di programma che i tempi di ricezione delle schede possono allungarsi, anche in relazione alle difficoltà che possono trovare sul posto i missionari locali.

Chiediamo pertanto un po’ di pazienza durante l’attesa.

Tags: